Silentron nasce nel 1978 da un’idea di Giuseppe Mallarino, con un obiettivo fortemente innovativo: realizzare sistemi di allarme elettronici antiintrusione senza fili.

I primi anni di attività vedono l’Azienda impegnata a sviluppare il progetto e contemporaneamente produrre e vendere dei semplici sistemi di allarme da abbinare alle serrature di sicurezza, nate anch’esse in quel perido.  Introdurre sul mercato i neonati sistemi wireless italiani fu oltremodo difficile, causa la scarsa fiducia degli installatori nella nuova tecnologia.

 Nel corso del tempo, 1980-1990, sulla spinta della richiesta dell’utente, che ha compreso prima di tutti i vantaggi della tecnologia wireless, Silentron cresce nel mercato nazionale e comincia anche ad esportare, conseguendo buoni risultati economici. E’ di quel periodo il “Coso” – sistema di allarme compatto senza fili  - prodotto e venduto in oltre 20.000 unità. Oltre a questo vi furono anche alcune piccole ma significative invenzioni, delle quali Silentron rivendica la genitura: il contatto magnetico senza fili con ampolla reed integrata,  poi con il sensore di scasso interno; la sirena esterna ed il segnalatore di stato impianto senza fili, le prime schede di attuazione domotica via radio ed il sensore wireless a conteggio di impulsi per  il controllo dei sensori per tapparelle.

Gli anni successivi al 1990 vedono l’Azienda affrontare e superare brillantemente la crisi economica, grazie ad una oculata amministrazione e al mantenimento delle quote di mercato, fino ad arrivare alla trasformazione in società di capitali (s.r.l.), nel 1996, con l’ingresso di nuovi soci: AVE spa, azienda produttrice nel campo elettrico, e l’Ing. Adriano Naretto, noto dirigente di altra azienda del settore, nonché progettista di prim’ordine.

Con la nuova direzione tecnica e la contemporanea definizione del piano di ristrutturazione UE delle radiofrequenze, l’Azienda inizia un nuovo ciclo di produzione d’avanguardia, introducendo la comunicazione cellulare nel contesto dei sistemi via radio, nonché la trasmissione in doppia frequenza, per maggior sicurezza delle comunicazioni fra le apparecchiature.  Nasce qui il sistema modulare integrato Silent, che sarà il cavallo di battaglia fino al 2002, quando verrà sostituito da Evolution. Nel frattempo l’Azienda si è strutturata in S.P.A. , ha superato i 10 miliardi di fatturato e si è stabilita nella nuova sede in Torino, acquisita e tutt’ora occupata.

Nel 2004 prende l’avvio una nuova linea di prodotto, che prenderà il nome Silenya, che è tutt’ora, pur dopo 8 anni e con  varie evoluzioni, uno dei sistemi di allarme wireless più moderni in commercio.  L’impegno dei soci ed il conseguente successo dell’Azienda viene premiato nel 2008 con l’ingresso di Silentron nel gruppo Nice s.p.a., una azienda di automazioni (settore vicino alla sicurezza) che in soli dieci anni ha raggiunto dimensioni internazionali, espandendosi continuamente ed acquisendo man mano azienda collaterali di eccellenza.

Nel contesto del gruppo Nice, Silentron mantiene la propria individualità di produttore di sistemi di allarme professionali wireless e recentemente anche via cavo, ed acquista competitività sul mercato grazie alle sinergie con la capogruppo, che consentono ottimizzazione dei costi e delle risorse strutturali. La vocazione all’export del gruppo spinge l’Azienda alla ricerca di nuovi mercati dove esportare un know-how moderno, ma frutto di 34 anni di esperienza nel settore.

Nel corso del tempo il nome Silentron è diventato a pieno titolo sinonimo di qualità  e semplicità di impiego nel mondo della sicurezza: oggi intende rafforzare questa felice immagine attraverso la continuità del servizio commerciale, che si distingue per la maniacale attenzione alle esigenze dei clienti, e lo sviluppo di apparecchiature e sistemi di allarme sempre più efficaci, flessibili e affidabili. Da sempre primi produttori totalmente italiani di allarmi wireless, intendiamo mantenere e consolidare il primato per gli anni a venire.

Catalogo Silenya HT & SilBus             

   

Catalogo nuova Silenya Advanced

 

For more click here